buoni lavoro voucher irap

Rischiando così di creare una nuova classe sociale di precarie.
Anna, 46 anni, baby sitter.Occorre infatti dal mio punto di vista adeguarsi ai cambiamenti del tagliare tracce audio garageband mercato del lavoro.Negli ultimi tempi, però, è stato sostituito dal pagamento con i voucher: in pratica, anziché essere assunta, mi chiamano solo quando cè bisogno e ho perso qualsiasi tipo di tutela.Lavoro presso una ditta specializzata che mi paga con questa formula e questo mi consente di guadagnare dei soldi in più per le mie necessità.Gli unici paletti sono quelli relativi ai 7mila euro netti annui di compenso complessivo per i lavoratori e.020 euro allanno pagati da ogni singolo datore di lavoro.I voucher in sé sono una buona idea.Uno strumento nato per favorire lemersione del lavoro in nero negli impieghi saltuari (ripetizioni scolastiche, pulizie) e che oggi spesso diventa una forma di abuso.Non vedo però grandi lati positivi: non ho ferie e malattie pagate e poi la soglia dei 7mila euro allanno impone di ricorrere al nero per poter proseguire con il lavoro.Mentre i compensi complessivamente percepiti dal prestatore non possono superare i 7mila euro netti (9.333 euro lordi) nel panorama sconti offerte periodo dal 1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno.Non si ha però diritto alle prestazioni a sostegno del reddito (disoccupazione, maternità, malattia, assegni familiari ma è riconosciuto ai fini del diritto alla pensione.
I voucher sono molto diffusi in settori dovè molto elevata la presenza femminile, come il turismo, il commercio e i servizi.
Il valore netto di un voucher da 10 euro nominali, in favore del lavoratore, è di 7,50 euro e corrisponde al compenso minimo di unora di prestazione.
Beatrice, 24 anni, neolaureata.È il nuovo volto del precariato: buoni lavoro, sistemi di pagamento da sette euro e mezzo lora, che hanno visto uno sviluppo esplosivo negli ultimi anni, specie tra le donne.E' un bellissimo e caratteristico comune, nell'estremo meridione d'Italia, il cui territorio si dipana sulle pendici meridionali dell'Aspromonte, fino a lambire le acque dello Jonio.Quando sono diventati taglia bambini 122 un po più grandi ho sentito il desiderio di rimettermi in pista e mi è stato proposto un impiego da una cooperativa con pagamento in voucher che consisteva nel fare le pulizie e attività di baby sitting.Proprio per evitare un utilizzo improprio dei buoni lavoro, il Governo ha annunciato di recente larrivo di un decreto sulla tracciabilità dei voucher.Se, infatti, questi buoni rappresentano una risorsa per chi necessita solo di un lavoro accessorio con cui ad esempio pagarsi gli studi o integrare uno o più impieghi part-time, il problema nasce quando questa forma di pagamento viene utilizzata per non assumere con un contratto.Come funziona IL voucher, il voucher è nato con lobiettivo di regolamentare le prestazioni lavorative definite accessorie, che cioè non sono riconducibili a contratti di lavoro in quanto svolte in modo saltuario, e per tutelare situazioni non regolamentate.Vengo pagata con i voucher e per me non è un problema: non devo attendere fine mese, ma sono contanti immediati.Passando cioè da circa 25 mila soggetti (età media 60 anni per il 78 maschi, a un milione e 380 mila lavoratori, età media 36 anni, donne in maggioranza.La documentazione è altresì disponibile presso il Servizio Sviluppo e Gestione delle Risorse Umane e presso l'Ufficio prima informazione (atrio del Comune di Gorizia).


[L_RANDNUM-10-999]