come spaccare la legna con l'ascia

Se usi solitamente i cunei, è opportuno averne uno molto affilato da usare per primo così che penetri nel legno e poi un altro meno affilato ma più grande che puoi usare per spingere il primo.
Una volta fatto, solleva lo strumento dal pezzo di legno, scuotendolo leggermente taglie camicie hugo boss se questo vi rimane incastrato.
Da una fase di autoproduzione, si sta kit tagliando ford focus tdci passando alla fornitura, da parte delle aziende, di prodotti più specialistici.
Questo attrezzo da taglio è uno strumento fatto per venire impugnato con due mani, e di conseguenza è solitamente intorno agli ottanta o novanta centimetri di lunghezza.Sono indispensabili dei guanti da lavoro di buona qualità per proteggere le mani dalle schegge e per rendere la presa meno dolorosa, degli occhiali di protezione e degli stivali robusti, meglio se con la punta rinforzata con acciaio.Esistono anche asce più pesanti, fino ai quattro chili; in generale il peso dipende anche dai materiali con cui il manico è costruito.Un colpo impreciso, di striscio, potrebbe colpire la gamba oppure una scheggia impazzita potrebbe diventare un pericoloso proiettile.Sbagliare il colpo è pericoloso perché l'ascia prosegue il suo movimento verso di te, potrebbe girarti il polso e scapparti di mano.Detto questo, bisogna sempre ricordare che l'attrezzo trova il suo utilizzo principale nella lavorazione di quantità moderate di legno; se se ne vuole spaccare quantità industriali, o comunque molto grandi, è meglio evitare di comperare un'ascia e prendere invece uno spaccalegna meccanico o una motosega.
Se devi tagliare del legno duro è meglio affidarsi al maglio o ai cunei.
Usa sempre una superficie in legno per questo lavoro, non spaccare mai la legna a terra o sul cemento.Alcuni tipi di legno come ad esempio lo storace, l'olmo e il noce Pecan sono molto duri da tagliare.Prima di tutto, se i ceppi sono troppo grandi persino per la nostra ascia, è meglio utilizzare un cuneo e un maglio per frantumarli in frammenti più piccoli.Quando colpisci con la mazza fai in modo che il colpo sia perpendicolare al ceppo e al cuneo.Se la disponete in prossimità di un muro lasciate almeno 20 cm tra il muro e la catasta, così da far circolare laria e favorire la essiccazione; nel caso di più cataste di legna, cocaina tagliata con lidocaina separarle le una dallaltra, per far arieggiare maggiormente.La superficie di lavoro non deve essere né troppo alta né troppo bassa per evitare pericolosi rimbalzi nel caso dovessi colpire il ceppo di striscio.




[L_RANDNUM-10-999]