dobermann taglia piccola

Anche l Alano Tedesco ritorna tra i suoi probabili antenati a causa della taglia e del colorito bluastro che gli avrebbe trasmesso.
Di taglia colletto camicia buona larghezza con una muscolatura possente.Proporzioni importanti Il Dobermann, soprattutto il maschio, è praticamente inscrivibile in un quadrato.In ogni caso, un bel giardino e la possibilità di entrare in casa soprattutto la notte, sarebbe la soluzione ideale.Dato che fu lui a selerionarli per primo non vediamo perché questi cani non possano perpetuarne il nome".Probabilmente ne aveva potuti notare alcuni tra quelli che aveva portato al canile o con cui aveva avuto a che fare nelle fattorie dove era stato accolto poco amichevolmente.Chiusura a forbice con 42 denti corrispondenti alla formula dentaria, di uno sviluppo normale.Precedentemente aveva avuto da Tischler un esemplare che si rivelò grazie a lui un notevole corridore: Graf Belling.Si cita spesso una cagna Greyhound (Levriero Inglese) dal manto nero e dal temperamento molto aggressivo.
Labbra: devono essere ferme e lisce, ben aderenti alle mascelle e assicurare un chiusura perfetta della bocca.
Dobermann, prematuramente scomparso per nostra sfortuna, incrociò dei discendenti di questi due esemplari, divenuti buoni cani da caccia, con dei Pinscher tedeschi.Testa regione DEL cranio Cranio: il cranio è forte e in armonia con linsieme del cane; visto da sopra ha la forma di un cono tronco.Così il Levriero Inglese ha portato a una statura più elevata, ma anche a una cassa toracica piatta e a un eccessivo allungamento del corpo.Per spiegare poi la presenza del cane francese in Turingia si è ipotizzato che alcuni esemplari vi fossero stati lasciati dalle armate napoleoniche durante le loro campagne.Esso estende naturalmente la sua protezione a tutti quelli che vivono nell'ambito familiare, in particolare ai bambini, i quali, da parte loro, dovranno imparare a rispettare la sua presenza.Mantello: macchie bianche, cane dal pelo di una lunghezza molto accentuata o duna ondulazione molto marcata, pelo nettamente diradato o larghe chiazze glabre.Questultimo però ricorda anche un altro cane, il Pinscher, che nella Germania del XIX secolo era tra i più diffusi: quando era ancora comunissimo luso del cavallo, da sella o da tiro, non si poteva fare a meno in ogni fattoria e nellescuderie.Non abbiamo quindi remore a sconsigliare questo cane ai velleitari, ai bonaccioni e a quanti sono restii a dar prosa di autorevolezza.


[L_RANDNUM-10-999]