resistenza a taglio legno

UNI EN 338 - Valori caratteristici per le proprietà di resistenza e di rigidezza in N/mm2 e di massa volumica in kg/m3 delle classi di resistenza per legno massiccio strutturale.
Le caratteristiche meccaniche sono fortemente influenzate dalla direzione degli sforzi (paralleli o perpendicolari alla fibratura) e dalla loro natura (compressione, trazione, flessione, ecc.).
Resistenza a taglio 7,3 MPa (N/mm2).In pratica il coefficiente di altezza può assumere i pro direct soccer promotional codes valori seguenti h kh 40 1,30 50 1,25 60 1,20 70 1,16 80 1,13 90 1,11 100 1,08 110 1,06 120 1,05 130 1,03 140 1,01 150 1,00 Ad esempio per una sezione rettangolare in legno.Classe di servizio 3 E caratterizzata da umidità più elevata di quella della classe di servizio.Per una raccolta completa contenente anche gli altri profili occorrerà riferirsi direttamente alla norma, acquistabile presso il sito della UNI.La classe di resistenza delle singole tavole che compongono le lamelle è determinata in conformità alla norma.In una trave di legno lamellare combinato le tavole con maggiore resistenza saranno quindi collocate nelle parti la revisione è il tagliando esterne della sezione, mentre allinterno potranno essere collocate tavole con una classe resistente inferiore.La classificazione del legname strutturale generalmente avviene a vista anche se negli ultimi tempi sono stati introdotti dei metodi di classificazione a macchina.Le classi di resistenza del legno lamellare di conifere sono riportate allinterno della norma.
Nodi, inclinazione della fibratura, massa volumica, velocità di accrescimento.Lassegnazione della categoria avviene esaminando alcune caratteristiche, tra le quali.I valori sono calcolati con provini di altezza pari a 150.Come primo passo viene individuata la specie arborea.Alla sigla abete/nord S1 corrisponde un legname di abete coltivato nellItalia del nord, di prima scelta.Pioppo/italia, ad ogni specie corrispondono una o più categorie contrassegnate dalla lettera S seguita da un numero.Le tensioni di calcolo sono ricavate da quelle caratteristiche moltiplicandone i valori per un coefficiente di modello kmod (generalmente minore dellunità) e dividendo il risultato per un coefficiente parziale relativo al materiale.


[L_RANDNUM-10-999]