architetture/schede/1A montesegale (castello) «Il castello sorge a Montesegale (52 chilometri dal capoluogo) in Valle Ardivestra (Oltrepò).
Alta ben 75 metri dal livello della Piazza, la Torre del Bramante è l'attuale Torre Civica della città di Vigevano, di cui da sempre ne è il simbolo».
Se noi osserviamo la topografia e la toponomastica odierna di Lacchiarella e le confrontiamo con quelle antiche di cui disponiamo, riscontriamo la quasi perfetta corrispondenza.Venne tuttavia riattato nell'Ottocento.Scelti per voi, che piacciono a me Il paradosso del non governo Il Pane di Niko Romito Tutti i blog Gli omicidi, la morte della figlia, le evasioni.Questo edificio di frescura., può essere considerato uno degli esempi più importanti dell'Italia settentrionale per la ricchezza delle decorazioni e la varietà dei giochi d'acqua.Il Castello è uno dei più ampi della provincia di Pavia e la sua pianta sembra voler realizzare una sorta di compromesso tra i progetti più antichi di castello con torre alta, unica, centrale, e quelli più tardi con torri angolari.Le due torri angolari del lato sud - il più corto - sono di forma cilindrica, con caratteristiche dimensionali diverse per altezza e diametro, coronate nella parte sommitale da lunghi beccatelli nei quali, come nel rivellino d'ingresso, sono visibili le aperture della caditoie, a dimostrazione.Fermando il puntatore del mouse sulla miniatura di ogni foto, si legge in bassa risoluzione ( tooltip ) il sito da cui la foto è tratta e, se noto, il nome del suo autore: a loro va riferito il copyright delle immagini.
Da Penna ma col tempo sono diventati sempre meno.
Alla morte il nobile Antonio Giorgi proprietario del castello di Pietra e di tutti beni di Franceschina Beccaria nominò erede universale il nipote Pio Beccaria (da quel momento si chiamerà Pio Beccarla Giorgi).
L'edificio fortificato era la residenza del Capitano del Parco, che doveva sovrintendere alla manutenzione e alla sorveglianza del vasto possedimento privato della dinastia Viscontea, ma ospitò anche i signori e i loro ospiti durante le battute di caccia.La costruzione è articolata intorno a due corti, su sconti skipass universitari madesimo di una prospetta la villa vera e propria, con un tradizionale impianto a "C mentre su di una corte agricola di servizio prospetta un fabbricato con stalle e magazzini.Il castello ha subito radicali restauri e fu nel 1905 definitivamente destinato a dimora residenziale».Per accedervi si può salire la ripida via della Chiesa, oppure la scenografica scalinata che da via Vittorio Veneto porta direttamente al terrazzamento.Negli ultimi cinque anni ha fatto il sindaco di Santa Teresa Riva, forte sempre di un consenso che gli deriva anche dalla gestione di un'associazione, la Fenapi, che ora torna nella nuova inchiesta che gli irrobustisce la fama di "impresentabile".Nel 1883 il castello fu trasformato in azienda agricola e convertito in alloggio per i contadini.Notevolmente interessante è il sistema di muraglie perimetrali esterne poste a difesa del castello.Nel 1733 la Congregazione rurale della Provincia Lomellina lo acquista all'oggetto di tenervi le adunanze dei Consiglieri componenti l'intera Congregazione e due stanze vengono adattate a carceri".



Ha infatti la pianta quadrata a cortile chiuso che lo apparenta alle costruzioni castellane ed una grande loggia aperta verso il Naviglio, come negli edifici di "villeggiatura" ed in modo simile all'aspetto primitivo di "Villa Gaia" a Robecco.
Il Broletto di Pavia è situato in Piazza della Vittoria, esso risale al XII secolo.


[L_RANDNUM-10-999]